L’INFINITA OMBRA DEL VERO

Ebook EEE

L’amore ai tempi del web in un romanzo sospeso fra reale e virtuale…

La protagonista del romanzo, Giulia, condivide la sua esistenza a margine, per così dire, con alcuni amici: Fiamma, amica d’infanzia, abbastanza diversa da lei, un po’ più formale e superficiale; il fratello di Fiamma, Matteo, un ragazzo particolare, un tipo fuori dagli schemi ma sensibile e sincero che scribacchia poesie su foglietti vari in qualsiasi posto si trovi; il fratello di Giulia, e Niccolò, il fantomatico Niccolò, un ragazzo che Giulia conosce via internet, in chat, nelle lunghe notti insonni trascorse davanti al computer.

Giulia mostra una sorta di rifiuto verso ciò che le è intorno, e tale rifiuto investe la sua stessa persona; è un personaggio abulico, che vuole passare volontariamente anonimo tra la folla, anzi che cerca di esasperare, esagerandoli ed amplificandoli, i dettagli negativi del proprio io fisico, quasi come se volesse imporsi una specie di punizione. Questo lasciarsi vivere, questo volontario annullamento dell’io nella vita per così dire normale, trova il suo opposto nella “vita notturna” davanti al computer, nella ricerca spasmodica di un amore virtuale che sente pian piano crescere dentro di sé come un “figlio in provetta”. E non a caso, Giulia cerca di realizzare l’aspirazione più autentica ad una vita vera, piena e totale, navigando in un altro mare, quello di internet, in cui però spesso la realtà, o quella che si crede tale, assume piuttosto i contorni della proiezione individuale dei propri desideri, dei propri sogni e delle proprie aspirazioni inconsce. Ecco allora che la ragazza, mossa più da questa pulsione d’amore estremo, da quest’ansia di ricerca, confonde i due piani, ovvero quello della realtà quotidiana e quello della realtà virtuale, per cui all’interno del testo, per buona parte del romanzo, si sente lo scarto netto fra la temporalità del mondo circostante e quella del personaggio principale, che sembra vivere in una sorta di sfasamento cronologico rispetto a ciò che lo circonda, secondo il proprio tempo interiore che è diverso da quello esterno della città e dei suoi abitanti.

…Il romanzo  di Luisa Ferretti non appartiene alla sfera della letteratura giovanilistica che crea facili e semplicistici miti da consumare all’istante come un hot dog da parte del pubblico giovanile, poiché nel testo della Ferretti vi è altro, vi è di più. Non tanto per ciò che concerne l’essenza stessa della fabula, ovvero la vicenda centrale del libro, costituita da una storia d’amore un po’ particolare, ma quanto per le modalità espressive, che spesso lasciano avvertire una volontà di controllo e di ricerca di uno stile che in diversi passaggi raggiunge buoni risultati. Uno stile, una modalità espressiva che fa uso di un linguaggio spesso evocativo, talvolta teso alla ricerca di una elevazione un po’ più lirica, caratterizzato da lievi pennellate che dipingono tenui immagini.

Dalla presentazione di Massimo Fabrizi

Un romanzo “non rosa” e non riservato ad un pubblico esclusivamente femminile, per raccontare come si vivono i sentimenti nel mondo di oggi, dalla bella penna di Luisa Ferretti, già nota al pubblico per le sue raccolte poetiche e per il romanzo “Il filo di Arianna”. (EEE Edizioni)

La foto di copertina è di Daniele Ferretti 

Euro 4,99 – Acquista su Amazon KindleKoboStreetlib e tutti i webstore