A Norma Jeane che divenne Marilyn

Da quando venne al mondo (il 1^ giugno 1926 a Los Angeles), Marilyn Monroe – nata Norma Jeane Baker –  non ebbe mai un affetto sicuro, una casa stabile, qualcuno che potesse infonderle amore e la garanzia di un futuro. La madre Gladys era malata di mente ed entrava ed usciva dalla clinica psichiatrica (schizofrenia paranoide la sua patologia); la nonna Della soffriva anch’essa di disturbi psichici, tanto che tentò di soffocare la nipotina con un cuscino (un trauma che Marilyn si portò dietro per tutta la vita). [Leggi tutto]

Leopardi e Dickinson: i Poeti dell’Infinito

Oggi, 28 maggio, tutte le scuole italiane festeggiano con un flash mob i 200 anni de “L’Infinito”, la più celebre poesia di Giacomo Leopardi. Nel 1863, quarantaquattro anni dopo la lirica leopardiana, Emily Dickinson scrisse una meravigliosa poesia, attraverso la quale lei stessa, come Leopardi, si confrontava con il concetto maestoso, a tratti pauroso, di “Infinito”… [Leggi tutto]

Emily Dickinson e la “Santa delle rose”

In questa mattina un po’ grigia mi è tornata in mente una incantevole poesia in cui Emily Dickinson immagina di essere una rosa! Regina dei fiori e simbolo dell’amore per eccellenza, la rosa fa anche parte dell’iconografia di Santa Rita, che si festeggia quest’oggi 22 maggio. Secondo la leggenda, le rose fiorirono in inverno, sotto la neve, proprio per volere della celebre Santa, ribattezzata “La Santa delle Rose”. [Leggi tutto]