“Parole salvate – Intervista poetica” di Alessandra Buschi

“Parole salvate – Intervista poetica” è il primo libro di poesie firmato dalla scrittrice Alessandra Buschi, nata a Grosseto ma marchigiana di adozione, già distintasi in passato per aver pubblicato testi in prosa apprezzati dalla critica e premiati nell’ambito di prestigiosi concorsi letterari. Il primo a intuire le sue doti narrative fu il grande scrittore Pier Vittorio Tondelli, che nel 1986 inserì un suo racconto nell’antologia “Giovani blues. Under 25” (Transeuropa – Mondadori 1991). Nel 1990, con Il lavoro editoriale, Alessandra Buschi ha dato alle stampe la raccolta di racconti “Dire fare baciare” e hapartecipato a numerose altre antologie di narrativa, fra cui “Streghe a fuoco” a cura di Joyce Lussu (Transeuropa 1992). Oltre alla scrittura, la Buschi si dedica al teatro, alla pittura e a laboratori incentrati sullo sviluppo della persona, affiancando all’attività artistica il ruolo di “counsellor” ed educatrice esperta nei processi di apprendimento. [Leggi tutto]

“Pensieri ricamati” di Anna Olivari

“In ora tarda / mi metto a rimare / son semplici cose / dettate dal cuore / sono pensieri / un po’ ricamati / sono ricordi / dei miei vissuti / io scrivo / e più lieve / passa il mio tempo / chi legge sia / indulgente con me”. Fin dalla poesia “Rime senza pretese”, che apre il libro “Pensieri ricamati”, si intuisce la cifra stilistica che caratterizza con luminosa semplicità l’opera letteraria di Anna Olivari. Nata nel 1927 a Limite sull’Arno, in Toscana, Anna Olivari ha dovuto lasciare la sua terra natia all’età di 15 anni a causa degli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale, per poi stabilirsi ad Ancona dove vive tutt’oggi. La memoria del paese natale, rievocato attraverso i suoi ricordi di bambina, si esprime in modo privilegiato all’interno di un libro che attraverso ariosi “ricami di parole” raccoglie un florilegio di impressioni, riflessioni, ricordi, speranze… [Leggi tutto]

“E’ la matematica la mia insonnia”, le nuove poesie di Patrizia Papili

 “Essere dispari in cerca di un pari per fare dispari e non essere mai uguali”. Già dal sottotitolo del libro “E’ la matematica la mia insonnia”, edito da Affinità Elettive, si intuisce l’originale visione della poetessa anconitana Patrizia Papili che, con questo verso, riassume la trama irrisolta di ogni esistenza “in cerca di un pari”. Un “pari” che tenta di concretizzarsi nel rapporto con un’altra persona e nel confronto quotidiano con noi stessi, ma che, paradossalmente, ci rende… dispari e mai uguali! [Leggi tutto]

“Una emozione” di Massimo Grilli

L’immagine della ballerina di Degas, che appare sulla copertina della silloge poetica “Una emozione”, riassume al meglio la malinconica grazia delle poesie di Massimo Grilli, il quale si definisce “poeta per caso, poeta per non morire”. Nato nel 1970 ad Ancona, ma residente a Jesi, Massimo Grilli intraprende con questa sua prima pubblicazione un delicato e dolente viaggio attraverso i tormenti del suo essere poeta, scanditi dalle distanze della vita quotidiana. Distanze che possono essere abbreviate e lenite dalla scrittura: “Scrivo lettere d’amore perché la distanza / é solo un esercizio metrico / per chi non sa ascoltare il cuore”. Basta dunque ascoltare il cuore e raccontare in versi questo viaggio che unisce nel profondo i “viandanti in cerca di un mare”; un “diario di bordo silenzioso” che, pagina dopo pagina, dà voce alle emozioni del poeta, perdutamente sospeso fra la meraviglia dell’esistenza e il senso di solitudine. [Leggi tutto]