Marche: terra dei cento teatri e dell’opera lirica

Già nel Diciottesimo secolo, con una popolazione al di sotto del milione, la regione Marche vantava ben 113 teatri attivi! Teatri grandi e piccoli, diffusi nelle città principali come nei paesini di provincia, che rappresentano ancora oggi i poli di attrazione culturale e di aggregazione sociale del territorio. Senza dimenticare il pregio artistico che ogni edificio teatrale può vantare. Basti pensare alle volte affrescate, ai decori raffinati e ai leggiadri colonnati che impreziosiscono questi suggestivi “contenitori culturali”, molti dei quali ritornati a nuova vita dopo accurati lavori di restauro. Ognuno di essi ha una storia da raccontare. Una storia che si fonde magicamente a quella narrata dalle opere liriche messe in scena, firmate dai più grandi compositori di tutti tempi. [Leggi tutto]

“Violetta vendicata e altri fantasmi all’opera” di Valeria Esposito

L’Opera lirica nasce in Italia nel XVI secolo dalla perfetta unione di espressioni artistiche quali la musica, il canto, il teatro, la danza…arti che si fondono armoniosamente tra loro dando vita a spettacoli indimenticabili!. Il coinvolgimento emotivo viene inoltre enfatizzato dalla magnificenza visiva che accompagna le scenografie delle opere, spesso ospitate all’interno di teatri che sono autentici gioielli architettonici. Una magia che si rinnova ogni volta che capolavori come “La Traviata” di Giuseppe Verdi vengono reinterpretati su un palcoscenico. [Leggi tutto]

Maria Callas ne “La Vestale” di Gaspare Spontini


Lunedì 2 Dicembre anche a Maiolati Spontini sarà ricordata la nascita di Maria Callas (Cecilia Sophia Maria Anna Kalogeropoulos) nata a New York il 2 Dicembre 1923. Il nome del celebre soprano greco è legato indissolubilmente all’interpretazione de “La Vestale” di Gaspare Spontini che inaugurò la stagione lirica al Teatro alla Scala il 7 Dicembre 1954. [Leggi tutto]